Profilo Linkedin efficace: come crearlo per trovare lavoro in Germania

Creare un profilo Linkedin efficace è uno dei primi passi da fare per garantirsi massima visibilità nel mercato del lavoro. Come trovare un lavoro in Germania è una delle prime domande di chi si trasferisce.

In un secondo articolo ci occuperemo di come trovare offerte di lavoro a Monaco di Baviera e in Germania, mentre oggi ci focalizziamo su uno strumento che, se ben usato, può aiutare in parte a rispondere a queste stesse domande.

Linkedin ad oggi è il social media professionale più usato al mondo, con un bacino di utenti che nel 2019 arrivava già a 630 milioni di utenti. Non usare Linkedin al giorno d’oggi, infatti, equivale a rinunciare a molte possibilità sia lavorative che di networking.

Se non siete ancora registrati, iniziate col creare un profilo Linkedin.

Come creare un profilo Linkedin perfetto

Dopo essersi registrati al portale dovrete compilare il vostro profilo in maniera completa. Prendetevi il vostro tempo e concentratevi sui dettagli.

Per creare un buon profilo Linkedin iniziate comunicando in maniera chiara e priva di errori la vostra esperienza lavorativa. In genere, se il vostro obiettivo è lavorare in Germania o all’estero è importante che il vostro profilo sia almeno in lingua inglese.

Profilo Linkedin

Per sfruttare al meglio Linkedin su più mercati, vi conviene creare un profilo anche in italiano e in tedesco, se di vostra padronanza. Per farlo vi basterà selezionare dal menu in alto a destra la piccola icona a forma di mondo. Ora, cliccate su “aggiungi un profilo in un’altra lingua”. Questo vi permetterà di avere più visibilità, e sarà più facile per i recruiter trovarvi.

Per creare un profilo Linkedin efficace, per ogni esperienza lavorativa che aggiungete, indicate in almeno due o tre punti principali le vostre mansioni. Usate le parole chiave utilizzate nelle job descriptions per posizioni equivalenti. Una buona pratica, in questo caso, è di passare un po’ di tempo ricercando gli annunci di lavoro per una posizione equivalente alla vostra, e utilizzare lo stesso linguaggio quando compilate la sezione sul vostro profilo.

L’importanza della sezione “About”

Una sezione molto importante e spesso sottovalutata è la sezione “About”. Questa sezione è la vostra vetrina. Se volete usare bene Linkedin il consiglio è di non lasciarla vuota. In queste righe avete la possibilità di condensare informazioni importanti su di voi, come le vostre ambizioni e il tipo di lavoro che cercate.

Usate un linguaggio positivo. Riassumete la vostra esperienza lavorativa parlando della vostra attitudine alle sfide, di come risolvete i problemi e di cosa vi contraddistingue. Inoltre, aggiungete le vostre motivazioni, le vostre passioni, quello che più vi piace ed eventuali piani per il futuro.

Il tipo di foto

Per utilizzare Linkedin al meglio ed ottenere il massimo dal vostro profilo non sottovalutate la foto. Si vede di tutto in giro ormai, e, per quanto non occorra pubblicare una foto professionale da curriculum, è bene tenere a mente qualche accorgimento per dare subito una buona prima impressione.

La foto deve essere di buona qualità e non sfocata. Lo sfondo non deve distrarre. Cercate qualcosa di neutro che non distolga l’attenzione da voi come soggetto. Le regole sono: sorriso, abbigliamento consono e inquadratura dal busto alle spalle.

La foto di sfondo invece è un po’ meno importante, ma è una buona occasione per mettere l’accento sui vostri interessi. Anche qui, cercate di caricare immagini di alta qualità e non sfocate.

Headline e informazioni di contatto sempre aggiornate

Uno dei campi più efficaci per differenziarsi e creare un profilo Linkedin efficace è la headline. Il social network copia in automatico nella headline le informazioni inerenti alla vostra posizione lavorativa attuale.

La maggior parte degli utenti lascia questa riga così come da settaggio automatico, mentre sarebbe bene sfruttare quei 120 caratteri in qualcosa di più personalizzato, per massimizzare le visualizzazioni del vostro profilo. Va bene lasciare il vostro attuale lavoro, ma potete sempre aggiungere altre informazioni su di voi, come altre competenze, parole chiave inerenti al lavoro che vi interessa, o qualcosa che volete mettere in evidenza.

Linkedin

Una volta che il profilo è completato, è molto importante che le vostre informazioni di contatto siano aggiornate e visibili. Controllate questa sezione ed aggiornatela con i link utili per contattarvi: nome Skype, indirizzo e-mail, link al vostro blog, al sito internet o al vostro portfolio, se ne avete uno.

Interagire su Linkedin

Pensate che sia finita? Non così presto! Creare un buon profilo Linkedin è un gran punto di partenza ma, per farsi notare, bisogna anche dimostrarsi attivi sul social stesso. Postate articoli interessanti, partecipate alle discussioni dei vostri contatti, fate networking! In questo modo comparirete nei feed altrui e sarà più facile essere notati. Potete anche pubblicare i vostri lavori per avere visibilità.

Non dimenticate di compilare anche tutta la parte relativa alle vostre abilità, nonché di caricare eventuali certificati conseguiti, aggiungere le lingue parlate ecc. Ogni sezione aggiunge un tassello ad un profilo che sa come farsi notare! Usate la sezione dei progetti, per dimostrare le competenze in certe aree che potrebbero non essere presenti nella sezione “Esperienza”.

Per essere sicuri di creare un profilo Linkedin efficace vi consigliamo inoltre di iscrivervi e di seguire alcuni gruppi. Iniziate con tre ed aggiungetene altri in seguito. L’iscrizione ai gruppi è infatti uno dei modi migliori per tenersi aggiornati sulle novità, e restare in contatto con persone che lavorano in un campo di vostro interesse Al tempo stesso il vostro profilo sarà accessibile a queste stesse persone.

In aggiunta seguite aziende e leader di settore di vostro interesse per apparire in un maggior numero di ricerche!

Dello stesso autore

Fede

Uscire e provare tutti i nuovi locali e ristoranti è la mia specialità. Qui condivido i miei consigli sulla movida e su tutto quello che riguarda il lifestyle.

Post che possono interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *