Questi sono i posti più insoliti di Monaco di Baviera

Tutti amiamo la nostra città, ma a volte abbiamo bisogno di qualcosa di diverso. Dopo gli itinerari dedicati all’architettura brutalista ed a quella contemporanea, andiamo in tour tra i luoghi più insoliti in città.

Ost-West Friedenskirche

Väterchen Timofej era un eremita russo che si stabilì a Monaco di Baviera, insieme alla moglie Natasha. Negli anni ’50 costruirono una casetta ed una chiesetta in una zona dell’Olympiapark. Avete presente lo spiazzo dove si tiene l’edizione estiva di Tollwood? Molto probabilmente avrete bevuto un drink in uno dei bar proprio davanti alla chiesetta di Timofej senza nemmeno accorgervene.

Piuttosto nascosto, ma ben indicato, potrete visitare questo luogo affascinante, che ha conquistato i cuori dei monacensi, nello Spiridon-Louis-Ring 100.

Piccole curiosità: l’izba e la chiesetta, oggi chiamata Ost-West Friedenskirche, sono state costruite utilizzando le macerie della seconda guerra mondiale: uno splendido esempio di quello che oggi chiamiamo sostenibilità e riciclo. Inoltre, l’edificio fu costruito illegalmente e solo a lavori ultimati, il sindaco di Monaco approvò il lavoro.

Japanische Teehaus Kanshoan all’Englischer Garten

Il maestro giapponese Shositsu Shen della Scuola Urasenke del Tè, che si trova a Kyoto, donò la casa del tè giapponese alla città di Monaco nel 1972, a patto che al suo interno venisse tramandata ed insegnata l’arte del tè giapponese.

Da aprile ad ottobre si svolge la cerimonia del tè al suo interno. La casetta non è liberamente visitabile ed è aperta solo in alcuni periodi e dietro prenotazione. Tuttavia anche vederla da fuori è molto suggestivo e vale sicuramente la pena di fare una passeggiata.

Il muro di Berlino – senza graffiti

Poco lontano dalla Casa del Tè, di fronte alla sede del consolato americano, si trova anche il monumento al muro di Berlino. È un pezzo del muro di Berlino che è stato per così dire trapiantato a Monaco.

Io personalmente ne scopro l’esistenza solo ora. Ho fatto qualche ricerca sul web per vedere se ci sono cenni storici a riguardo. È stato eretto nel 1996 per il 35esimo anniversario dall’inizio della costruzione del muro e rappresenta la libertà e la riunificazione.

Non si trovano molte informazioni specifiche a riguardo, ma le recensioni di chi lo ha visto, lamentano in particolare due cose: i visitatori non capiscono perché sia stato eretto lì, ed a molti non piace che non sia stato decorato da graffiti.

Ostasien-Ensemble Westpark

Un giro in Oriente stando a Monaco? Niente di più facile, vi basterà fare una passeggiata al Westpark per scoprire il complesso di giardini dedicato all’Asia.

Si tratta dei giardini che sono stati creati per l’Internationale Gartenausstellung o IGA, tenutasi a Monaco nel 1983. Per volere dei cittadini, i giardini dedicati al Giappone, alla Cina al Nepal ed alla Thailandia sono stati conservati.

Il giardino giapponese include elementi importati proprio dal Giappone, fu il contributo all’IGA da parte della città di Sapporo. Se volete visitare il giardino cinese, cogliete adesso l’occasione: in inverno, il giardino è chiuso. Poco lontano potrete visitare la pagoda nepalese e uno degli edifici simbolo del Westpark: la sala Thai, con la statua del Buddha in piedi.

E voi conoscete qualche altro luogo insolito a Monaco di Baviera? Consigliatecelo nei commenti!

Dello stesso autore

Vale

Curiosa di trovare gli angoli nascosti della città, amante dell'architettura brutalista e dei Plattenbauten sono sempre alla ricerca di scorci poco noti ai locals ed ai turisti.

Post che possono interessarti

6 Comments

  1. Sono stata a Monaco in velocità, per lavoro in fiera, quindi non ho avuto modo di visitarla granché. Non sapevo ci fosse un pezzo di Muro di Berlino… in effetti non mi sembra che la cosa sia pubblicizzata. Mi salvo il post così se ho occasione di tornarci so già cosa visitare!

    1. No, non lo sapevamo nemmeno noi! Però pare non sia niente di speciale. Certo, rimane comunque un pezzo di storia 🙂

  2. Sono stata a Monaco e l’ho trovata una città stupenda – sono stata al Englischer Garten e mi è piaciuto tanto (c’erano anche i mercatini in corso quindi una meraviglia!). Non sapevo della cerimonia del tè!

    1. L’Englischer Garten è una vera istituzione. Sei stata durante i mercatini di Natale?

  3. Mi ispirano molto la sala del té e i giardini orientali! Sono stata a Monaco un paio di volte, ma non l’ho mai visitata a fondo!

    1. I giardini orientali sono bellissimi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *