Edifici che ogni fan dell’architettura brutalista deve vedere a Monaco di Baviera – parte 1

Il brutalismo è una corrente architettonica nata negli anni 50, che caratterizzata dall’uso di materiali grezzi e cemento armato a vista, nata dall’esigenza post bellica di creare grandi opere a basso costo.

Dopo una fase di decadenza, oggi l’architettura brutalista sta vivendo una sorta di rinascita, soprattutto dal punto di vista visivo. La fotogenicità degli edifici brutalisti ed il fascino che esercitano nell’immaginario collettivo la sta rendendo molto popolare e rivalutata. Basta entrare su Instagram per ritrovarsi catapultati in un mondo fotografico dove i protagonisti sono appunto le costruzioni in Béton Brut.

A Monaco di Baviera gli edifici brutalisti sono davvero pochi, ma vale sicuramente la pena di darci un’occhiata.

Olympiadorf – Heinle, Winscher & Partner

Costruito nel 1972 per le Olimpiadi, è tristemente noto per l’attentato documentato anche nel film Munich di Steven Spielberg. Insieme alle unità abitative, il Villaggio Olimpico consta di diverse strutture funzionali, come negozi, una scuola, un asilo, residenze studentesche e strutture culturali. Oggi conta più di 6000 abitanti ed è un vero e proprio villaggio nella città. Non è possibile accedervi in auto, ma è raggiungibile grazie alla metropolitana.

 

Lo trovi qui

Orpheus und Eurydike – Jürgen Freiherr von Gagern, Peter Ludwig, Udo von der Mühlen

Costruito tra il 1971 e il 1973, questo complesso è formato da due edifici, Orpheus appunto ed Eurydike. Orpheus è composto da 13 piani, mentre Eurydike è una casa di 9 piani formata da due ali.  Una stazione di benzina ed un ristorante sono integrati nel progetto. Lo stesso architetto von Gagern ha vissuto a lungo in questo edificio, che da qualche anno è nella lista Denkmalschütz, cioè un monumento tutelato, per essere particolarmente innovativo per gli anni in cui è stato costruito e per il modo in cui il colore è stato utilizzato. Si trova in Ungererstrasse 65.

 

Ecco dove sono situati

Fuchsbau – Wilhelm Steinel

Costruito tra il 72 e il 73, si trova poco lontano da Orpheus e Eurydike, in Ungererstrasse 19. L’edificio è formato da tre bracci piramidali, con nove piani in cemento a vista, balconi in calcestruzzo e terrazze sfalsate. Il complesso include negozi, una terrazza comune sul tetto ed una piscina. Anche il Fuchsbau è un edificio inserito nella lista dei monumenti protetti.

 

Si trova qua

Altre segnalazioni brutaliste, le trovate nella seconda parte dell’articolo.

Dello stesso autore

Vale

Curiosa di trovare gli angoli nascosti della città, amante dell'architettura brutalista e dei Plattenbauten sono sempre alla ricerca di scorci poco noti ai locals ed ai turisti.

Post che possono interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *